Erano destinate con ogni probabilità al mercato dello spaccio del fine della settimana del centro storico e della zona universitaria di Bologna, le 456 dosi di cocaina già confezionate trovate dalla squadra mobile in un appartamento alla prima periferia della città.

La droga era di un ventunenne originario del Nordafrica con precedenti specifici che è stato arrestato durante una serie di servizi di osservazione e appostamento effettuati dopo una serie esposti sullo spaccio nel centro di Bologna.

Gli agenti hanno visto il giovane uscire da un condominio di via Cavallotti e l’hanno controllato. Davanti a loro il ventunenne ha provato a nascondere 20 dosi di cocaina in bocca.

A quel punto i poliziotti hanno deciso di approfondire il controllo e hanno eseguito una perquisizione domiciliare dove hanno scoperto una vero e proprio “laboratorio” della droga. Nell’appartamento, oltre alle dosi già pronte, sono stati trovati bilancini, materiale per il confezionamento della sostanza, qualche grammo di hashish e marijuana e 2300 euro in contanti.

Il ventunenne è stato giudicato con rito direttissimo nella giornata di ieri e ora si trova in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *