Bologna, sgominata banda specializzata in furti in appartamento

Sette colpi in tre giorni. E’ il bilancio dell’attività di una banda di ladri specializzata in furti in appartamento sgominata dalla Squadra Mobile di Bologna.

Il gruppo, che si muoveva a bordo di un’auto intestata a prestanome che lasciavano parcheggiata nella ‘base’ a Lavino di Mezzo, frazione di Anzola dell’Emilia, lo scorso ottobre ha colpito abitazioni in provincia di Bologna e a Vignola nel Modenese.

Oltre all’automobile avvistata e segnalata agli agenti anche dalle vittime dei furti, fondamentale per rintracciare il gruppo è stata la scoperta di una impronta digitale su uno scontrino che era insieme ad attrezzi e apparecchi, regolarmente acquistati, usati per tagliare inferriate o forzare finestre. Il borsone con gli attrezzi è stato recuperato in una radura a Lavino di Mezzo dagli investigatori.

Dall’impronta analizzata dalla scientifica, è stato possibile risalire al profilo di un 25enne di origine albanese ritenuto dagli investigatori il vertice della banda: con lui agivano anche due connazionali di 39 e 29 anni e un 27enne moldavo.

Nei loro confronti, giovedì la squadra mobile ha eseguito, su ordine del pm Stefano Dambruoso, quattro fermi di indiziato di delitto per furto. Le perquisizioni, nell’auto e nelle loro abitazioni, ha permesso di rinvenire anche oggetti di valore rubati.

A seguito dell’udienza di convalida, il Gip ha disposto per i tre uomini di origine albanese la custodia cautelare in carcere, per il 27enne il divieto di dimora a Bologna.

Da una prima stima la banda avrebbe rubato 15mila euro in contanti e oggetti di valore, da orologi a monete in oro passando per borse firmate, per almeno 40mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *