Arrestato il “Diabolik della Romagna”: più di 55 i furti commessi

La Polizia di Stato ha arrestato un 38enne sospettato di essere l’esecutore di numerosi furti commessi a Ravenna tra bar, ristoranti, stabilimenti balneari e altri esercizi commerciali.

Nell’ambito di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Ravenna, nella serata di lunedì scorso, gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Ravenna hanno eseguito l’ordinanza di misura di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P., nei confronti di un cittadino extracomunitario, soprannominato “il Diabolik di Romagna” residente in città ma di fatto senza fissa dimora, noto alle forze dell’ordine, in quanto gravemente indiziato della commissione di furti aggravati e continuati, dal febbraio 2022 ad oggi.

55 gli eventi delittuosi passati al setaccio dagli investigatori. In particolare, l’esame delle registrazioni dei sistemi di videosorveglianza presenti in zona ha permesso di ricondurre i fatti all’uomo che è stato riconosciuto dalle caratteristiche fisiche, dal particolare modo di camminare e dal modus operandi: l’accesso nei locali in ore notturne, che avveniva forzando l’ingresso principale o le finestre con il “piede di porco” o arnesi da scasso; il genere di refurtiva, prettamente il “fondo cassa”, ma anche generi alimentari e apparecchi elettronici, l’identico tipo di travisamento e, in particolare, il costante utilizzo di una borsa a tracolla di colore rosso contenente gli arnesi da scasso.

L’uomo è stato rintracciato in città in un appartamento e la perquisizione della residenza ha permesso di rinvenire alcuni capi di abbigliamento e una borsa, verosimilmente utilizzati nell’esecuzione dei furti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.