A Venezia 2200 tifosi del Bologna per il rientro di Mihajlovic

Sotto la pioggia a Casteldebole il Bologna ha proseguito la preparazione verso l’incontro di domenica pomeriggio a Venezia con una seduta tattica e calci da fermo. Un avversario che con la sconfitta di ieri contro la Salernitana aspetta solo la matematica per ufficializzare la retrocessione. Non per questo il Bologna potrà pensare ad una partita semplice e per questo Mihajlovic, che anche oggi ha presenziato alla seduta, ha chiesto a tutti la massima concentrazione.

In difesa tornerà Theate al fianco di Medel e Soumaoro, mentre Bonifazi dovrebbe partire dalla panchina. Davanti uno tra Sansone, Orsolini e Barrow farà da spalla a Marko Arnautovic, che ha ripreso ieri ad allenarsi dopo un allenamento personalizzato di mercoledì. Orsolini parte favorito, con Barrow che, come a Roma potrebbe esntrare a giochi iniziati, mentre Sansone potrebbe essere sfruttato come terza punta vista anche la sua media realizzativa negli ultimi incontri. Vignato nelle scorse sedute è stato provato da seconda punta, ma al momento è più indietro rispetto ai tre compagni. A centrocampo Schouten, Soriano (diffidato da nove giornate) e uno tra Svanberg e Dominguez, con Aebischer che insegue.

Unico indisponibile, dopo il rientro di Kingsley, è Mitchell Dijks, che potrebbe recuperare per la partita contro il Sassuolo del 15 maggio. Conferme sulle fasce per Hickey e De Silvestri, anche se Kasius, dopo la buona prova di Roma, potrebbe essere confermato anche per capire se si potrà contare su di lui come titolare o comprimario per la prossima stagione. Il Bologna allo stadio Penzo potrà contare su ben 2200 tifosi che seguiranno la squadra dopo le belle trasferte con il Milan, la Juventus e la Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.