Accoltella connazionale che aveva molestato la fidanzata, preso

Risponde di tentato omicidio aggravato dai futili motivi un tunisino di 26 anni che ha accoltellato un connazionale di 35 la mattina dello scorso 4 marzo vicino ad un supermercato di Imola. E’ stata proprio la vittima a lanciare l’allarme chiamando i carabinieri che sono subito intervenuti trovando l’uomo al suolo con una profonda ferita all’addome. Prima di venire portato in ospedale, il trentacinquenne ha detto di essere stato affrontato da uno sconosciuto che si era presentato davanti al suo portone di casa.

I militari, coordinati dal PM Maria Gabriella Tavano hanno individuato il ventiseienne dopo un giorno e mezzo di ricerche in uno stabile abbandonato. Il tunisino era in compagna della fidanzata, una giovane dell’Europa dell’Est. Entrambi sono in Italia senza fissa dimora. Il giovane ha ammesso di avere accoltellato il connazionale per vendicarsi delle molestie verbali e fisiche che, la sera precedente all’aggressione, l’uomo aveva rivolto alla sua ragazza davanti a un negozio di cibo etnico del centro di Imola.

Il ferito, operato all’ospedale Maggiore di Bologna, è stato giudicato guaribile in 30 giorni. Mentre per il ventiseienne, dopo la convalida del fermo eseguito dai carabinieri, il tribunale di Bologna ha emesso un provvedimento di custodia cautelare in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *