Baseball: San Marino vince lo scudetto, battuta la Fortitudo Bologna anche in gara 4

Nello sport il risultato è spesso questione di pochissimo. L’Italia ha vinto per un centesimo la staffetta 4X100 alle Olimpiadi. La Fortitudo baseball è arrivata alle semifinali della coppa Campioni e alla finale del campionato. Ma anche in questo caso ha trovato San marino che non le ha permesso di alzare le braccia.

Infatti in gara 4 di finale ieri sera ha subito un perentorio 12-3 che ha consegnato il tricolore ai giocatori del Titano

I ragazzi di Lele Frignani sono sempre stati di rincorsa: partono in svantaggio, con i padroni di casa che tra secondo e terzo inning mettono a referto 3 punti. La risposta felsinea arriva nella quinta ripresa con 3 segnature che pareggiano l’incontro ma la parità dura solo una ripresa, infatti nel sesto inning i padroni di casa tornano avanti grazie ad altre 3 segnature e chiudono definitivamente i conti con 6 punti tra settima ed ottava ripresa. Nell’ultima gara l’UnipolSai si è affidata a Claudio Scotti mentre San Marino a Tiago Da Silva. Le due difese hanno tenuto a zero gli attacchi avversari nella prima ripresa di gioco mentre nella seconda sono stati i padroni di casa, come anticipato a smuovere il punteggio. Con due eliminati, Epifano ha ottenuto una base ball e segnato il primo punto sammarinese sul triplo di Mattia Reginato che, successivamente, ha segnato il secondo punto del match su un lancio pazzo. Al cambio campo la risposta bolognese non è arrivata ed allora, nella parte bassa della terza ripresa, i padroni di casa hanno incrementato il proprio vantaggio con il fuoricampo da 1 punto di Leonardo Ferrini. Le mazze biancoblu si sono fatte sentire nella quinta ripresa con Marval che ha battuto un doppio e raggiunto la terza sull’errore difensivo locale in seguito alla battuta di Loardi. Con corridori agli angoli il doppio di Agretti è valso l’1 a 3 mentre il singolo di Liberatore il pareggio. La parità tra le due compagini è durata solamente una ripresa, infatti, nella parte bassa del sesto inning sono stati nuovamente i padroni di casa a muovere il tabellino. Epifano ha battuto un doppio e raggiunto casa base sul singolo di Albanese. Il ricevitore di San Marino, invece, è stato spinto a casa dal fuoricampo da 2 punti di Tromp che è valdo il momentaneo 3 a 6. Gli uomini di Frignani hanno faticato a rendersi pericolosi contro Da Silva ed allora i padroni di casa hanno incrementato il proprio vantaggio con ben 6 segnature tra settimo (5 punti) ed ottavo inning (solo shot di Angulo) che sono valsi il 12-3 finale regalndosi lo scudetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *