Bologna: 2-0 per il Liverpool ma i rossoblù non sfigurano

E’ stato il Bologna più vero possibile quello che ha affrontato il Liverpool nella prima partita delle due da 30 minuti giocate nel pomeriggio in Francia a Evian Les Bains. Il primo incontro si è chiuso 2-0 per i Reds con Mihajlovic ha voluto provare la squadra titolare, anche se ha dovuto fare a meno di tanti giocatori. Da Arnautovic a Soriano, da Musa Barrow a Dijks, fino ad Hickey. Ecco, allora, che davanti a Skorupski ha scelto De Silvestri, Bonifazi, Soumaoro, e il giovane Annan. Lo ha preferito a Mbaye, Denwsil e Khailoti, facendo capire che quando un ragazzo gli piace, anche se compirà i 19 solo a fine agosto, gli dà fiducia.

A centrocampo conferme per Schouten e Svanberg, con Vignato dietro a Orsolini, Sansone e Santander. Dunque una squadra vera dalla cintola in giù, con la necessità di capire quale sarà l’entità dell’infortunio a Dijks.

Contro Salah e compagni il Bologna non ha demeritato, anche se è chiaro che la squadra di Klopp ha tenuto maggiormente palla. Il difetto maggiore è stato non aver mai centrato la porta avversaria anche se è chiaro che contro una squadra così forte le assenze nel reparto offensivo si sono fatte sentire. I rossoblù hanno cominciato bene con una bella conclusione di Sansone a lato. Dopo 7 minuti, però, Bonifazi ha sbagliato il passaggio su Schouten regalando il pallone a Jota che davanti a Skorupski non ha sbagliato. Al 13′ è stato Svamberg a sbagliare il retropassaggio servendo Manè che ha scartato Skorupski e chiuso in porta nonostante il tentativo di Bonifazi di ostacolarlo. Nel finale il Bologna ha provato a farsi pericoloso, sempre con Sansone, il più vivo ma senza pungere troppo. Nella seconda parte la squadra di Mihajlovic è scesa in campo più viva, anche l’evanescenza di santander non ha mai portato a vere azioni pericolose. Al 15′ Salah ha una comoda occasione ma dal dischetto ha colpito la traversa. Tra i più in forma, come detto Sansone, sono sembrati ancora indietro di condizione Schouten e Svanberg, mentre Bonifazi dopo l’errore sulla prima rete si è ripreso

Nella seconda partita sono scesi in campo tutti, compresi i molti i giovani che Mihajlovic sta provando dal ritiro fino a che non avrà a sua disposizione la rosa al completo.

Un test probante in vista dell’ultima amichevole di domenica con il Pordenone e dal 18 agosto si comincia a far sul serio con la prima partita ufficiale di coppa Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *