Bologna: con il Verona Mihajlovic conferma la squadra di Roma

Un pronto recupero, soprattutto nella gestione delle emozioni. Nella partita di domani sera alle 20.45 allo stadio Dall’Ara con il Verona, il Bologna dovrà far dimenticare la gestione dell’incontro con la lazio, quando sopra 1-0 e con la superiorità numerica, non è stato capace di gestire prima le emozioni, poi il risultato.

Non cambierà il modulo del Bologna, che continuerà a proporre il 3-4-1-2, ma senza lo squalificato Soumaoro e con il neo arrivato Lucumì senza permesso di soggiorno, accanto a Bonifazi e Medel dovrebbe esserci a sinistra Lykogiannis, mentre De Silvestri e Cambiaso agiranno sulle fasce. In mezzo, ancora squalificato Ferguson per l’ultima delle due giornate subite nel campionato scozzese, partiranno ancora Schouten e Dominguez, con Soriano dietro ad Arnautovic e Sansone o Orsolini, punito domenica scorsa a causa del ritardo avuto ad una riunione tecnica. Pronto anche Barrow, così come Vignato, che dovrebbe comunque cambiare casacca prima della fine del mercato per giocare con più continuità.

Sul mercato, intanto, sembra sempre più vicino il centrocampista della Dinamo Mosca Nikola Moro, mentre potrebbe arrivare anche Aster Vrancks, classe 2002 del Wolfsburg. Interesse anche per il difensore austriaco Daniliuc, mentre rimane calda la pista in attacco per Ilicic.

“In settimana ci siamo confrontati su ciò che è successo a Roma – ha detto Mihajlovic in conferenza stampa presentando l’incontro – La nostra gestione emotiva deve essere migliore, gli eventi vanno gestiti e non subiti. Abbiamo preso 5 gialli e un rosso con falli non utili al nostro gioco. Dobbiamo fare meglio, non dobbiamo farci male da soli e questa partita ci servirà da scuola. Mi metto anche io tra i responsabili, forse ho sbagliato con i cambi. Domani dobbiamo avere una migliore gestione emotiva ed essere aggressivi, ma facendo attenzione alle ammonizioni. Affrontiamo una buona squadra e non illudiamoci dei 9 gol presi in due partite. Resta un Verona forte”.  “Lucumì – ha poi aggiunto – mi ha fatto una ottima impressione, somiglia a Tomiyasu e Theate, ci metterà poco ad ambientarsi. Sosa è più giovane di quattro anni e servirà tempo. Ancora innesti? Non prenderemo tanto per prendere, vogliamo migliorare ed essere competitivi e cercheremo qualcuno che possa darci una mano. Tutti gli allenatori vorrebbero avere la squadra completa il prima possibile ma quest’anno il mercato va così per tutti, non solo per il Bologna”.

Probabile formazione (3-4-1-2) Skorupski, Bonifazi, Medel, Lykogiannis, De Silvestri, Dominguez, Schouten, Cambiaso, Soriano, Arnautovic, Orsolini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.