Bologna: domani a La Spezia Mihajlovic sarà già ad un bivio

Sono il primo responsabile della situazione – ha detto Sinisa Mihajlovic alla vigilia dell’incontro di domani alle 15 a La Spezia – Sono l’allenatore, alleno io, scelgo la formazione e ai ragazzi voglio bene. Si sono dimostrati prima uomini che calciatori. Sono convinto che usciremo da questa situazione e vedo la voglia di vincere. Se dovete criticare qualcuno criticare me”. Il tecnico si è assunto le responsabilità di un inizio di campionato difficile con due punti in quattro partite. E la trasferta ligure diventa importante vista anche la delusione del patron Joey Saputo, tanto che si parla già di tappa fondamentale anche in vista di un possibile esonero. Domani dovrebbe essere il giorno dell’esordio dal primo minuto di Zirkzee accanto ad Arnautovic, che con i suoi tre gol (gli unici della squadra) sta tenendo a galla il Bologna, con Soriano, più di Vignato, dietro alle due punte. Per il resto sarà la squadra che ha chiuso l’incontro giovedì scorso a cercare i primi tre punti della stagione. Dunque con Soumaoro, Medel e Lucumi in difesa, quindi Dominguez e Schouten in mezzo, con De Silvestri a destra e Lykogiannis a sinistra. E’ stato convocato anche il difensore austriaco Posh, che da ieri si è regolarmente allenato con i compagni, e nel corso dell’incontro si attende l’ingresso anche del centrocampista croato Nikola Moro e magari anche del giovane scozzese Ferguson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.