Bologna: due trapianti di cuore in 24 ore

Una bimba di quattro mesi con una cardiopatia congenita diagnosticata quando ancora era nel grembo della madre.

Un ragazzo di 24 anni, cardiopatico dalla nascita, da tempo in lista d’attesa Sono i due pazienti della Cardiochirurgia pediatrica dell’Irccs Policlinico Sant’Orsola di Bologna, diretta dal professor Gaetano Gargiulo, che tra il 27 e il 30 dicembre hanno ricevuto un cuore nuovo con un trapianto, doni di fine anno arrivati in uno dei pochi centri cardio-chirurgici italiani in grado di seguire le persone dalla diagnosi prenatale all’età adulta, garantendo la presa in carico durante l’arco di tutta la vita.

Sono gli ultimi due interventi dell’anno del centro, “un’eccellenza che intendiamo incentivare”, ha detto l’assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini, in conferenza stampa insieme alla dg del policlinico Chiara Gibertoni. L’attività nel 2021 ha superato quella dell’anno precedente: 30 trapianti di cuore contro 23, 11 di polmone contro 10, 101 di fegato contro 89, 123 di rene contro 84. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.