Ciclismo: Sabato l’edizione 104 del Giro dell’Emilia

Sabato 2 ottobre torna l’edizione 104 del Giro dell’Emilia Granarolo e il Giro dell’Emilia BPER Banca Internazionale Donne Elite. L’attesa gara maschile prenderà il via dal centro di Casalecchio di Reno. 

Il raduno di partenza, il palco presentazione e l’incolonnamento saranno infatti ospitati nell’area compresa tra la Casa della Conoscenza, Piazza del Popolo ed i Giardini Amendola. Un tratto di trasferimento di circa 5 km da percorrere ad andatura controllata condurrà i corridori verso Zola Predosa dove, in prossimità del Municipio, sarà posto il “km zero” e sarà dato il via ufficiale alla competizione.

La prima parte del percorso si contraddistingue per un circuito completamente pianeggiante, che dopo aver attraversato Anzola dell’Emilia, condurrà nuovamente il gruppo a Zola Predosa. Dopo 155,9 km di saliscendi, la prima delle 5 scalate lungo il portico più lungo, e probabilmente più bello, del mondo, quello di san Luca.

E se i portici di Bologna hanno ottenuto proprio quest’anno dall’Unesco lo straordinario riconoscimento come Patrimonio dell’Umanità, il Giro dell’Emilia con le sue 5 scalate al San Luca può essere a pieno diritto riconosciuto patrimonio del ciclismo mondiale. Il primo passaggio sulla linea del traguardo giunge dopo 158,1 km.

All’arrivo mancheranno 4 giri, per complessivi 37,2 km, e sicuramente sarà in questi km, ormai famosi e ben noti a tutti, che si svilupperà l’azione decisiva, da cui uscirà il campione che alzerà le braccia al cielo dopo 195,3 km di corsa e circa 3.300 metri di dislivello complessivo.

Tra gli attesi big al via figurano i vincitori del Tour de France e della Vuelta Espana 2021, Tadej Pogacar e Primosz Roglic e il fuoriclasse belga Remco Evenepoel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *