Continuano le ricerche dell’escursionista disperso

Sono in corso da tre giorni le ricerche di un escursionista di 39 anni in alta Val Parma, nel cuore del Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano. Dell’uomo non si hanno notizie dalla mattina di sabato 7 agosto, quando risulta agganciata l’ultima cella telefonica, quella del Monte Caio. Le ricerche di Soccorso alpino e speleologico e vigili del fuoco sono partite domenica mattina dopo l’allarme per il mancato rientro del 39enne dato dalla fidanzata. In giornata però nebbia e vento in quota avevano costretto le ricognizioni allo stop. La macchina del disperso è stata trovata in zona rifugio Lagoni, nel comune di Corniglio, ed è da quest’area che si sono mosse le ricerche, che proseguono. Nel tardo pomeriggio di lunedì è intervenuto anche l’elicottero della Polizia, reparto volo di Bologna, che ha portato in quota operatori del Cnsas che hanno bonificato alcuni sentieri, senza esito. (ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *