Covid: al via le vaccinazioni per disabili e personale scolastico

I medici di base diventeranno parte attiva nella campagna vaccinale anti-Covid dell’Emilia-Romagna. E lo faranno attraverso l’utilizzo del vaccino AstraZeneca, l’unico per le modalità di conservazione compatibile con le strutture della medicina generale.

Dopo l’accordo raggiunto tra la Regione e le rappresentanze sindacali dei medici di medicina generale, la partenza è fissata per il prossimo 22 febbraio. E vede come primi destinatari dei vaccini le persone con disabilità e il personale scolastico.

La priorità, spiega la Regione, verrà data alle persone con disabilità presenti in strutture residenziali (circa 3mila), poi a quelle nei centri diurni (4mila) e a quelle in carico ai servizi (13mila): saranno vaccinate a cura delle Ausl competenti per territorio, che si occuperanno di organizzare direttamente le vaccinazioni. Le restanti persone con disabilità verranno individuate insieme alle associazioni che le rappresentano e invitate a rivolgersi ai medici di medicina generale o ai servizi delle Ausl.

Si partirà lunedì, anche col personale scolastico (circa 120mila persone), negli ambulatori dei medici di medicina generale: da lunedì maestri, professori, educatori, operatori e collaboratori, assistiti dal servizio sanitario regionale e che lavorano nelle scuole di ogni ordine e grado, nei servizi educativi 0-3 anni e negli enti di formazione professionale dell’Emilia-Romagna potranno prenotare la vaccinazione dal proprio medico di base, con le prime che saranno effettuate già nei giorni successivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *