Covid Emilia Romagna: 10 casi di variante inglese

Dieci persone provenienti dal Regno Unito e arrivate in Emilia Romagna alla fine di dicembre sono risultate affette dalla variante inglese del covid. A comunicarlo, la Regione  dopo l’analisi condotta dal laboratorio di Pievesestina di Forlì. Un’operazione particolarmente complessa che ha richiesto più di 4 giorni di analisi. Dei dieci contagiati, sei sono stati individuati all’arrivo all’aeroporto di Bologna mentre gli altri quattro sono stati segnalati dai servizi di sanità pubblica. I pazienti sono tutti in buone condizioni e sono in isolamento. La regione ha inoltre deciso di estendere la ricerca della presenza delle varianti del virus anche a tutti coloro che rientrano da Portogallo, Brasile e Sudafrica. Dal punto di vista dell’epidemia, restano pressoché stabili in Emilia Romagna i contagi da covid-19. Sui 26mila tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, sono 1,192 i nuovi casi positivi. Di questi 494 sono asintomatici. Le province maggiormente colpite continuano ad essere Modena, Bologna e Reggio Emilia. Calano i ricoverati nelle terapie intensive (-6) e negli altri reparti covid (-76) ma purtroppo si registrano altri 58 decessi. Prosegue la campagna di vaccinazione che ancora per questa settimana prosegue dando la priorità ai richiami con la somministrazione della seconda dose e ai degenti delle Cra. Alle ore 16  di oggi  le persone immunizzate erano 99 mila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *