Covid: i contagiati sono sempre più giovani

Sono ricoverati entrambi al Policlinico S.Orsola di Bologna. Hanno 14 e 11 anni e sono stati contagiati dal coronavirus. Il primo è un ragazzino di Modena ricoverato ieri sera e sembra che non abbia delle altre patologie. E’ grave ma non in pericolo di vita. L’undicenne invece è una bambina di Ferrara inizialmente ricoverata all’ospedale di Cona (Fe) poi trasferita a Bologna lo scorso 23 febbraio dove fu subito portata in terapia intensiva ed intubata. E’ tuttora ricoverata in prognosi riservata nella rianimazione Covid del Policlinico, l’unico ad avere il reparto intensivo pediatrico in regione. Anche per l’undicenne non sono state riscontrate altre patologie. E del resto, l’andamento dei contagi fotografa una situazione molto diversa rispetto allo scorso anno. Sono sempre più giovani i nuovi pazienti covid-19. Colpita maggiormente la fascia tra i 6 e i 18 anni ed anche i ricoverati negli ospedali sono sempre meno anziani. Nell’ultima settimana la maggior parte dei nuovi ricoverati (quasi il 27%) ha tra i 40 e i 59 anni. È quanto emerso dai dati forniti da Antonio Brambilla, direttore generale dell’Azienda Usl di Modena. Per quanto riguarda i contagi nel modenese, nella prima settimana di marzo l’incidenza di nuovi casi di coronavirus su 100mila abitanti per gli adolescenti tra 11-13 anni era di 739, un dato in crescita rispetto all’ultima settimana di febbraio (434 casi) mentre dal 14 al 20 febbraio erano quasi la metà, 358.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.