Covid, l’Emilia-Romagna ancora sotto la soglia della Zona Gialla

L’Emilia-Romagna rimane sotto la soglia di allerta fissata al 10% di riempimento delle terapie intensive e del 15% degli altri reparti Covid, ma “tutto dipende dalla diffusione dei contagi nelle prossime settimane e l’unica arma per evitare le ospedalizzazioni è il vaccino”. A dirlo, intervenendo in commissione salute dell”Assemblea Legislativa su un possibile passaggio della regione in zona gialla, l’assessore regionale alla sanità Raffaele Donini.

Anche il responsabile della sanità pubblica della Regione, Giuseppe Diegoli, ha parlato della situazione epidemiologica: “L’indice Rt ha raggiunto l’1,35 e ci dobbiamo attendere un 35% di casi in più la prossima settimana -ha detto- pur non crescendo in maniera esponenziale, la situazione dei contagi Covid è impegnativa, con un’incidenza maggiore sulla popolazione in fascia di età scolare”. I nuovi casi, di questo tipo  sono in costante risalita, in particolare in Romagna. “In aumento i casi nella fascia di età 6-13 anni, per la quale c’è maggiore mobilità e non è ancora possibile vaccinarsi. Crescono anche quelli della fascia 14-18 mentre restano stabili e bassi i dati riferiti ai bambini tra 0 e 5 anni avendo meno frequentazioni al di fuori della scuola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *