Diciottenne scomparsa nel Reggiano, si indaga per omicidio

E’ scomparsa nel nulla da quasi un mese e ora c’è un’indagine per omicidio della procura di Reggio Emilia su Saman Habbas. La diciottenne di origine pachistana qualche mese fa, quando era ancora minorenne, si era rivolta ai servizi sociali per sfuggire ad un matrimonio islamico combinato dalla famiglia con un cugino connazionale.

I genitori della giovane di 43 e di 46 anni erano poi stati denunciati a gennaio dai carabinieri con l’accusa di costrizione o induzione al matrimonio. La giovane, dopo la denuncia, era stata collocata in una struttura protetta ma una volta maggiorenne aveva deciso di tornare a Novellara.

A rafforzare l’ipotesi che la giovanissima possa essere stata uccisa una scena ripresa da alcune telecamere di sicurezza nei pressi della casa di famiglia della diciottenne. Si tratta di tre persone che uscirono dalla casa della famiglia della ragazza alle 19.15 del 29 aprile portando con sé due pale, un secchio con un sacchetto azzurro, un piede di porco e un altro strumento di lavoro per poi dirigersi nei campi dietro l’abitazione.

Il gruppo tornò alle 21.50. A quanto si è appreso, inoltre, i genitori sarebbero tornati da poco tempo d’urgenza in Pakistan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.