Arrestati due tunisini per l’aggressione al Pilastro

Sono due tunisini, i corresponsabili del tentato omicidio di un marocchino avvenuto lo scorso 11 maggio, al quartiere Pilastro di Bologna. I due, finiti in manette, sono stati rintracciati uno in provincia di Gorizia e l’altro a Roma. In seguito alla brutale aggressione, avvenuta lo scorso 11 maggio, fu fermato un giovane a Cadriano di Granarolo (Bo) e, dopo una settimana, fu eseguito un mandato di arresto europeo a carico di suo fratello rintracciato nella città di Krefeld in Germania.

Secondo le indagini della Squadra mobile coordinate dalla Procura della Repubblica di Bologna, i due fratelli gestivano un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere Pilastro in cui avevano coinvolto anche i due tunisini arrestati. In particolare le indagini hanno dimostrato come anche il giovane rintracciato in provincia di Gorizia abbia preso parte all’azione che aveva portato al ferimento con arma da fuoco del marocchino e come in seguito, insieme al complice, si sia reso responsabile del trasferimento e dell’occultamento della pistola utilizzata per compire il delitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *