Emilia-Romagna: 3 milioni e mezzo di vaccini somministrati

Più di 3 milioni e mezzo di dosi somministrate e oltre 1 milione e 310mila persone che hanno ricevuto prima e seconda dose. Sono questi i numeri della campagna vaccinale dell’Emilia-Romagna aperta a tutti i cittadini con più di 12 anni di età. Intanto pare scongiurato il taglio delle dosi di Pfizer ipotizzato ieri dal presidente della regione Stefano Bonaccini. Il generale Figliuolo ha assicurato che la disponibilità di Pfizer e Moderna potrà coprire anche le vaccinazioni eterologhe per gli under 60 che hanno fatto la prima dose con Astrazeneca. Potrebbero invece essere a rischio le prenotazioni delle nuove prime dosi per le fasce d’età interessate.

E mentre spaventa la rapida diffusione della variante Delta, per proteggersi è necessaria la seconda dose, è partita la diffida per 5mila sanitari no vax che hanno tre giorni di tempo dalla notifica dell’avviso, per prenotare la vaccinazione o per produrre le motivazioni del mancato vaccino. In caso di mancata prenotazione, si procederà al trasferimento ad altre mansioni e in caso di rifiuto si procederà alla sospensione dal lavoro senza stipendio.

Per quanto riguarda il bollettino covid-19 di oggi, sono 72 i nuovi positivi su oltre 16.600 tamponi effettuati: 21 sono a Modena, 16 a Parma e 11 a Reggio Emilia. Aumentano i guariti e diminuiscono i pazienti negli ospedali: -2 in terapia intensiva dove ne rimangono 30 e -7 negli altri reparti covid dove, in totale, i posti letto occupati sono 196. Nella giornata odierna si registra un decesso in provincia di Modena, si tratta di una donna di 96 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *