Ex calciatore arrestato: coltivava marijuana

106 piante di marijuana coltivate in un casolare abbandonato di Lesignano Palmia, una piccola frazione della montagna parmense. L’insospettabile coltivatore è l’ex calciatore di Juventus, Inter, Roma e Parma, Luigi Sartor.  Insieme ad un complice aveva avviato l’illecita coltivazione che, secondo le stime, avrebbe potuto fruttare oltre due chili di sostanza stupefacente. A fare la scoperta, la Guardia di Finanza di Parma che aveva avviato un’indagine per capire perché in quel casolare, all’apparenza disabitato, era stato richiesto il raddoppio della potenza dell’enerigia elettrica. In più, di notte, dalle fessure dello stabile brillavano le luci dell’illuminazione interna e all’esterno si percepiva un odore particolare. L’ultimo indizio gli agenti lo avevano avuto una decina di giorni fa, quando, simulando un controllo stradale avevano fermato l’auto dell’ex calciatore avvertendo, all’interno della macchina, lo stesso odore di marijuana. Ora è agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *