Fenucci annuncia: “da lunedì Thiago Motta nuovo allenatore del Bologna”

La conferenza stampa pre partita del Bologna è stata l’occasione per l’amministratore delegato Claudio fenicci per annunciare il nuovo tecnico e parlare della decisione di esonerare Sinisa Mihajlovic: “L’allenatore della prima squadra – ha detto – sarà da lunedì Thiago Motta. Stiamo definendo gli ultimi dettagli ma si può considerare ufficiale. Adesso è importante pensare alla partita di domani. Dopo la conclusione del rapporto con Mihajlovic abbiamo deciso di affidare la squadra a Luca Vigiani, anche un ringraziamento per tutto il lavoro fatto nella scorsa stagione con la Primavera”. Parlando poi di Mihajlovic ha aggiunto: “E’ stata una decisione molto sofferta perché Sinisa è un amico. Dal punto di vista dei risultati abbiamo visto la squadra vincere solo quattro volte nell’anno solare e in un campionato come la Serie A se le cose non vanno bisogna intervenire. Noi gestiamo il Bologna per l’azionista ma anche e soprattutto per i tifosi e siamo responsabili dei risultati. Avevamo deciso di iniziare la stagione sul modello del primo anno, ma stavolta, nonostante il suo ritorno, i risultati non stavano arrivando e crediamo che la rosa abbia valori importanti”. All’amministratore delegato non sono piaciuti certi interventi di carattere morale piovuti da più parti: “Mi è dispiaciuta questa cosa, soprattutto perché arriva da chi non conosceva il nostro rapporto. Dall’interno i media bolognesi hanno avuto una visione diversa rispetto a chi ha fatto il moralista. Credo che le lezioni morali il Bologna non se le meriti per tutto quello che è stato con Sinisa. Ci tengo inoltre a ringraziare tutti i professionisti che hanno lavorato per Sinisa, saranno sempre i benvenuti”.

Poi è stata la volta di Luca Vigiani, per la prima volta su una panchina di serie A: “Solo domani capirò bene le mie emozioni. Sicuramente – ha detto -è una sensazione particolare e una occasione stimolante. C’è grande carica per affrontare la Fiorentina dato che sono cresciuto lì a livello calcistico. Ci siamo concentrati sull’intensità, ma si lavora sempre su tutto. Vediamo domani cosa accade”. Riguiardo al repentino cambiamento ha poi aggiunto: “La squadra ha preso coscienza della situazione, è responsabile, sicuramente non potevamo stravolgere tutto in pochi giorni e quindi punteremo sulla base che i giocatori già hanno. La cosa importante è che tutta la squadra si stia sentendo importante. Non è possibile lasciare a tre o quattro giocatori tutta la responsabilità del gruppo anche se ovviamente la squadra ha dei leader al suo interno. C’è bisogno che tutti facciano la loro parte”. Tra i leader, ovviamente, il capocannoniere del campionato marko Arnautovic: “L’ho visto bene, lui si carica sempre di grandi responsabilità e l’ho visto partecipare con grande volontà. E’ il primo che vuole cambiare questo momento. Orsolini e Barrow? Non parlerei dei singoli, serve un equilibrio generale e c’è bisogno di tutti in questo momento. E’ sempre la forza del gruppo a fare la differenza in queste situazioni. Posch? E’ un difensore che può giocare sia a quattro che a tre, è rapido ed è sempre concentrato. Si è allenato bene. Titolare domani? Vedremo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.