Il Bologna a Cagliari alla ricerca dei tre punti anche con molte assenze

Dopo aver visto come il Torino ieri sera in piena emergenza ha asfaltato la Fiorentina con un perentorio 4-0, il Bologna non ha alibi. Alle 20.45 a Cagliari, contro una squadra che ha comunque molte assenze, un po’ come i rossoblù delle due torri, deve far valere le proprie migliori qualità tecniche, senza pensare al fatto che per cinque giorni ci si è allenati in casa per la decisione dell’asl di mettere tutti in quarantena. In pratica tra i titolari non ci saranno solo Medel e Hickey e dunque le qualità del Bologna rimangono decisamente maggiori di quelle della squadra di Mazzarri. Varranno le motivazioni e la capacità di voler dare un calcio ai problemi e non di abbattersi, come del resto insegna da sempre Mihajlovic.

Dovranno dare segnali importanti sul proprio futuro anche Dijks, alla sua seconda partita da titolare, inseguito dal Verona, così come vorrà mettersi in mostra per l’estero Svanberg, mentre Orsolini vuole confermare quanto di buono ha fatto vedere con il sassuolo in un ruolo, quello della seconda punta, che in una partita con un po’ di spazio, come sarà quella di questa sera, può diventare molto pericoloso.

C’è anche curiosità per vedere Binks dall’inizio, giovane centrale inglese, che fino ad ora ha sempre risposto con i fatti alle chiamate del tecnico. Dunque ci sono tutti i crismi per vedere un Bologna che in contropiede possa far male ad un Cagliari affamato di punti ma anche con molte lacune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *