Il Bologna batte 3-0 il Sassuolo a Reggio Emilia

Il Bologna con una partita decisamente convincente vince 3-0 a Reggio Emilia contro il Sassuolo e chiude il girone d’andata a 27 punti, cosa che non era mai accaduta da quando la serie A è a 20 squadre e si riprende la parte sinistra della classifica in attesa degli incontri serali.

Ottimo l’approccio all’incontro, anche se è Skorupski all’inizio a salvare su Scamacca, poi piano piano esce il Bologna. Dominguez e Svanberg diventano padroni del centrocampo, ma si fa valere soprattutto Orsolini che è stato scelto al posto di Barrow. Riesce sempre a saltare la difesa dei padroni di casa e dopo un errore di precisione, alla seconda occasione, al minuto 36,  scarica il suo sinistro sotto la traversa per il vantaggio del Bologna. Il Sassuolo ha solo Scamacca in vena, per il resto davvero poco e così il Bologna piazza il 2-0 su azione di angolo. E’ il 44′ quando il pallone giunge a Hickey che dal limite dell’area piazza un gesto preciso sotto la traversa.

Nella ripresa è ancora il Bologna a comandare, Mihajlovic cambia Svanberg ammonito per Vignato e Barrow per un ottimo Orsolini, poi nel finale entrano anche De Silvestri per Skov Olsen e Santander per Arnautovic. L’attaccante entra con grande veemenza sulla partita, servendo spizzate di testa e assist solo da mettere in porta, che, però, Barrow sbaglia clamorosamente. Skorupski evita la rete con uno spettacolare intervento su Berardi, meritandosi un sette in pagella.

A partita praticamente conclusa un appoggio errato della difesa del Sassuolo permette a Santander di concludere a rete da pochi passi. Un gol che non cambia la sostanza ma è il giusto premio ad un giocatore che è sempre stato umile ma che non ha mai lesinato impegno e professionalità. E chissà che l’attaccante che possa dare il cambio con continuità ad Arnautovic il Bologna non se lo sia trovato in casa.

Ora il campionato si ferma e pure il Bologna si ritroverà a Casteldebole solo il dicembre, mentre il prossimo impegno al dall’Ara sarà con l’Inter il 6 gennaio alle 12.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *