Il Bologna batte lo Spezia 4-1 e mercoledì aspetta il Torino

Partita poco bella, ma Mihajlovic era stato chiaro, l’importante è vincere. Lo Spezia arriva a Bologna con la solita sfrontatezza. Difesa altissima e pressing asfissiante. Il tecnico la gioca dalla tribuna in quanto squalificato, urlando tutto l’incontro in uno stadio vuoto, nel quale la sua voce sembra amplificata da un megafono. In tribuna, dopo 14 mesi Joey saputo, che finalmente si gode un incontro senza soffrirre troppo.

L’atteggiamento offensivo degli ospiti viene subito punito. Al 12′ lancio verso Orsolini, errore di valutazione di Bastoni che si fa toccare il pallone sul braccio. Rigore evidente. Sul dischetto Orsolini, che pochi istanti prima aveva calciato fuori da buonissima posizione, non sbaglia.

Passano sei minuti e Soriano vede Schouten partire a centrocampo. La difesa alta viene presa in contropiede e solo davanti al portiere il centrocampista serve Barrow a rimorchio per il più facile delle reti.

Lo Spezia continua a spingere nonostante il doppio svantaggio e al 34′ su azione di angolo accorcia le distanze con Ismajili che in maniera un po’ casuale tocca il pallone che si insacca alla destra di Skorupski.

Sul finire della prima frazione buono schema su punizione che porta Barrow solo davanti a Provedel ma l’esterno prende il palo.

Ripresa che si chiude dopo nove minuti: su calcio d’angolo di Orsolini, Palacio spizzica di testa, Barrow rimette in mezzo e Svanberg sotto porta fa 3-1. Passano sei minuti e il Bologna dilaga: ancora angolo, ma di Barrow dalla sinistra, sul secondo palo di nuovo Svanberg, ma questa volta di testa, segna la sua prima doppietta in rossoblù, toccando quota cinque in stagione.

C’è spazio anche per Orsolini che in contropiede rientra sul sinistro e piazza bene il pallone ma la traversa ferma la sua azione.

Passano solo cinque minuti e lo stesso Svanberg e Orsolini lasciano il posto a Skov Olsen e Dominguez, quindi al 34′ entrano sansone e Mbaye per Soriano e De Silvestri. Ultimi cinque minuti anche per Antov che entra per Dijks.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *