IL Bologna perde 2-0 in casa con il Genoa. Mihajlovic: “Sarò un nonno figo”.

Il Bologna gioca, il Genoa vince. E alla fine festeggia una salvezza a volte decisamente in bilico. Partita equilibrata, nella quale la squadra di Ballardini concretizza le due uniche occasioni create, mentre il Bologna nel primo tempo sbaglia tante occasioni.

Il gol di Zappacosta nel primo tempo e il rigore di Scamacca per fallo di mano di Danilo nella ripresa sono la giusta punizione per una squadra che continua a non mettere la giusta cattiveria nelle sue idee anche perchè con la salvezza in tasca non ci sono più obiettivi veri.

Il tecnico ha fatto godere l’esordio a due giovanissimi, Wisdom Amey, difensore esterno dell’under 17 che con i suoi 16 anni è il più giovane ad esordire in serie A, mentre Kasper Urbanski, 17 anni, il Bologna spera possa essere il trequartista del futuro.

Lunedì prossimo il Bologna giocherà a Verona per chiudere il proprio cammino il 23 maggio (con data ancora da confermare) con la Juventus.

Al termine Mihajlovic ha commentato: “Questa sera non è entrata una. 16 sconfitte sono tante, ma sono meglio di 22. In tutto il campionato abbiamo creato ma non raccolto abbastanza. Come mi sento da nonno. Mi sento ancora figo, sarà un nonno figo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *