Imola, la GDF scopre 3 operai in nero in un cantiere

Faceva lavorare da giorni tre suoi connazionali in nero, e quindi privi di ogni copertura previdenziale e assicurativa, nella sua impresa, impegnata nel restauro della facciata di un edificio ad Imola. L’irregolarità però è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Imola durante un controllo.

Ora, dopo l’accesso dei militari nel cantiere il titolare dell’impresa, un cittadino di origine pakistana, dovrà sanare le posizioni lavorative di tutti gli operai, versando i relativi contributi e pagando le imposte evase. Per l’impiego dei tre lavoratori in nero, inoltre, all’imprenditore sarà contestata una maxisanzione, che potrebbe superare i 30.000 euro.

A questa si accompagnerà inoltre un’altra sanzione di 15.000 euro per aver pagato i lavoratori in contanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *