L’Emilia Romagna vede bianco. Dal 14 giugno

Un colore che diventa sempre più chiaro e che consentirà più libertà e meno privazioni. E’ il colore dell’Emilia Romagna che, in ambito sanitario passerebbe tra pochi giorni di giallo a bianca.“I dati sono in netto miglioramento – ha dichiarato in giornata l’assessore Raffaele Donini –  e avremo la zona bianca sicuramente da lunedì”, però, continua”non abbiamo finito di contrastare la pandemia e dobbiamo rendercene conto”. Un passaggio già annunciato nelle scorse settimane e che è stato possibile grazie all’abbassamento di tutti i dati relativi all’infezione da Covid 19.

Un passaggio dunque annunciato e sperato. Ma che cosa cambierà dal 14 giugno? Molto.

In zona bianca la situazione è di semi-normalità. Non vige il coprifuoco (la cui abolizione è prevista comunque anche in zona gialla dal 21 giugno). Si applicano solo le misure anti contagio (distanziamento, igiene e mascherine). Entrando in zona bianca potranno ripartire fiere, congressi, parchi a tema. Ma anche feste di nozze (con green pass per gli invitati) piscine al chiuso, sale giochi, stabilimenti termali e palazzetti dello sport al chiuso. 

In zona bianca è consentito inoltre visitare amici e parenti, senza limiti nel numero di persone che si spostano.Le discoteche, e tutti gli addetti al lavoro di questi settore che solo in Emilia Romagna occupa migliaia di persone soffriranno ancora. Saranno aperte solo per il servizio bar e ristorante, perché ancora è vietato ballare. Allo studio l’ipotesi di consentire il ritorno in pista muniti di green pass. Quindi i balli di coppia, tanto cari al nostro territorio, anche per questo motivo, dovranno purtroppo attendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *