Mihajlovic alla vigilia con il Milan: “dobbiamo essere più cinici”

E’ un Bologna con diverse incertezze dovute a problemi fisici quello che domani sera alle 20.45 affronterà il Milan al Dall’Ara e anche lo stesso Mihajlovic nel prepartita ha dubbi legati soprattutto al problema al soleo di Dominguez: “Oggi abbiamo l’ultimo allenamento, vediamo come sta. . Se dovesse mancare l’unica soluzione è Medel in mezzo al campo con Binks in difesa”. Anche perchè pure Schouten è appena tornato da un lungo infortunio: “Non è tornato ai suoi livelli perché ha fatto ieri il primo allenamento. Credo che sarà disponibile, non se dall’inizio o a partita in corso. E’ l’unico in quel ruolo, ma ha mezz’ora nelle gambe. Siamo in difficoltà, ma lo è anche il Milan. Ognuno ha i suoi problemi e la vita non si vive senza le difficoltà. Il suo recupero è importante perché ci dà soluzioni in più”.

Non ci sarà, invece, Nicolas Viola, arrivato da due giorni a Casteldebole al quale serve un po’ di preparazione: “Abbiamo parlato, gli ho detto cosa mi ha aspetto da lui. Conosco bene i suoi pregi e difetti, dobbiamo lavorare su quest’ultimi. E’ infortunato e domani non c’è, speriamo di recuperarlo il prima possibile. Si dovrà adattare, ma è un ragazzo intelligente e non avrà problemi”.

Anche nel Milan tante assenze, ma anche un amico di Mihajlovic, Ibrahimovic: “Non ci siamo sentiti, e per le assenze del Milan mi dispiace. Io preferisco che giochino i migliori e infatti mi dispiace non ci siano Theo e Brahim. Ho già tanti problemi non posso pensare anche agli altri. Anche loro come noi sono in difficoltà. Hanno comunque una rosa lunga e forte. Sono assenze importanti, ma io quando preparo la partita mi preoccupo dell’avversario fino a un certo punto. Mi concentro sulla mia squadra e su ciò che posso controllare. Del resto il Milan è secondo in campionato e, aldilà della sconfitta in Europa dove è stata punita dagli episodi, è una grande squadra che gioca bene. Perdevano dal Verona e l’hanno ribaltata. Pioli sta facendo un gran lavoro. Hanno giocatori giovani e stanno facendo bene. Sarà difficile, ma giochiamo in casa. Speriamo che il pubblico riempia lo stadio perché abbiamo bisogno di loro. Abbiamo le nostre chance e ce la giocheremo. Non gioco nessuna partita pensando di averla già persa, l’abbiamo preparata bene e sono convinto che faremo una grande gara. Contro l’Udinese abbiamo avuto 23 occasioni, ma segnato solo un gol. Con il Milan dovremmo essere più cinici. Sono fiducioso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *