Mihajlovic: Vogliamo conquistare il decimo posto, faremo una grande partita!

E’ un Mihajlovic sereno quello che affronta l’ultima conferenza della stagione e che parla serenamente anche della sua voglia di continuare, avendo due anni di contratto, al Bologna anche per la prossima stagione: “Visto che è l’ultima conferenza stampa per prima cosa voglio ringraziare chi lavora dietro le quinte – ha iniziato il tecnico – Cuochi, giardinieri e tutti quelli che non si vedono davanti alle telecamere. Ci permettono di concentrarci sul nostro lavoro. Ringrazio anche la società, il mio staff, i miei giocatori per quello che abbiamo fatto. C’è stata piena disponibilità da parte di tutti, in una azienda serve essere uniti. Poi ci possono essere screzi come in tutte le famiglie, ma alla fine ci si ama ancora di più”. Poi entra direttamente nell’incontro di domani sera: “Ci giochiamo tutto in una partita? Forse sì, vincendo finiremmo la stagione nella parte sinistra della classifica e significherebbe molto per noi. Non abbiamo mai rischiato di retrocedere, mentre altre formazioni sì. La partita è importante per noi e sappiamo che loro si giocano la Champions. Noi faremo il nostro dovere e se faremo risultato sarà solo per noi, per il Bologna, la società e i tifosi e non per tutti gli altri perché dobbiamo fare un favore a Milan e o Napoli. Sono sicuro che faremo una grande partita. Ci tengo anche a ringraziare i tifosi e visto che la situazione sta migliorando spero che l’anno prossimo potranno tornare allo stadio”. Chissà se ha voluto raccontare questo aneddoto alzando l’attenzione sul direttore di gara “Ieri ho fatto una visita di controllo in ospedale e mi sono addormentato, stavo sognando la partita e c’era un rigore per la Juve con Dybala sul dischetto. Ma mi sono svegliato e non so come è finita. Non so se significa qualcosa questo sogno…”. Quindi ancora una volta il discorso va al suo futuro. Nonostante le voci continua a dare certezze alla società e ai tifosi: “Ho due anni di contratto, sto bene a Bologna e sto lavorando con la società per il futuro. Poi non si sa mai, ma io sono tranquillo e sereno qui”. Infine un bilancio sui giovani e sull’infermeria: “Penso che abbiamo valorizzato tanti giovani e se finissimo a sinistra la stagione sarebbe molto bella. Se non dovesse succedere resterà una stagione buona in cui è mancato un po’ per fare il salto di qualità e farla diventare ancora migliore. La squadra gioca a calcio e lo fa meglio rispetto a squadre che sono più in alto di noi in classifica. Credo che anche questa sia una nota positiva. “Chi gioca in porta? A Skorupski lo avevo detto che le scorse due le avrebbe giocate Ravaglia. Federico? L’ho visto bene, deve migliorare con i piedi ma sono soddisfatto. Vignato? Mi aspetto che si diverta perché questa è la cosa più importante. Non possiamo togliere il divertimento ai brasiliani. Tra gli altri direi che Svanberg lo recuperiamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *