Morì travolto dal carro di carnevale: condannato l’allestitore

Un anno e sei mesi per omicidio colposo è la sentenza pronunciata dal gup per il proprietario e allestitore del carro di Carnevale su cui il 5 marzo 2019 morì Gianlorenzo Manchisi, il bimbo di due anni caduto durante una sfilata in centro storico a Bologna e travolto dal carro stesso.

È la prima sentenza, in abbreviato, sulla tragica vicenda, mentre a ottobre inizierà il dibattimento per la madre del bambino, che era insieme a lui e per il collaudatore del carro. Il giudice ha anche disposto provvisionali di 300mila euro a favore del padre e 190mila euro per il fratello. La pena ha la sospensione condizionale e il difensore ha annunciato che farà appello.Un altro filone riguarda poi i responsabili del Comitato per le manifestazioni petroniane e del Comitato organizzatore del ‘Carnevale dei bambini’, legati alla Curia: per loro un altro gip ha disposto l’imputazione coatta, dopo aver respinto le richieste di archiviazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *