Olimpiadi: sono 51 gli atleti emiliano romagnoli a Tokyo

Mancano due settimane esatte all’inizio dei giochi olimpici e sono esattamente cinquantuno gli atleti emiliano romagnoli che andranno a Tokyo per difendere i colori azzurri, ma anche quelli della nostra regione, in sedici diverse discipline sportive. Il criterio ha preso in considerazione anche gli atleti che hanno nell’ultima stagione difeso i colori di una squadra della regione e non quelli che hanno cambiato dopo la fine dei campionati. Per il tiro a volo ci sarà una dei due portabandiera, Jessica Rossi, quindi per il tiro a segno Marco Suppini e Sofia Ceccarello, per le farfalle della ginnastica ritmica Milena Baldassarri, Alessia Maurelli e Martina Santandrea. Quindi il nuoto con Gregorio Paltrinieri che oltre alla piscina sarà impegnato anche nelle acque libere, quindi Giacomo Carini, Simone Sabbioni, Ilaria Bianchi, terza nuotatrice italiana a partecipare alla quarta olimpiade, Martina Carraro e Federico Poggio. Sette i rappresentanti dell’atletica leggera: Tobia Bocchi, Andrea Dallavalle, Yassine El Fathaoui, Zaynab Dosso, Ayomide Folorunso, Raphaela Lukudo, Sara Fantini più gli atleti dei Carabinieri Bologna Edoardo Scotti, Giuseppe Leonardi, Anna Bongiorni, Vittoria Fontana, Gloria Hooper, Federica Del Buono, Elena Vallortigara, Roberta Bruni, Giovanna Epis.

Quattro le ragazze del softball Erika Piancastelli, Beatrice Ricchi, Ilaria Cacciamani e Laura Vigna. Nell’arrampicata sportiva il vignolese Ludovico Fossali, per la canoa Marta Bertoncelli e per il cannottaggio Bruno Rosetti e Luca Rambaldi. Nella nazionale di volley saranno presenti Luca Vettori, Daniele Lavia ed in campo femminile Elena Pietrini. Nel beach volley Enrico Rossi, per il ciclismo Rachele Barbieri, nella scherma Luigi Samele, per lo skeatbord Asia Lanzi, la spettacolare Rae Lin D’Alie e la sorpresa Mariella santucci nel basket 3 Vs 3, quindi dopo l’impresa della nazionale con la Serbia negli azzurri del basket Nicolò Melli, Riccardo Moraschini, Michele Vitali, Giampaolo Ricci, Amedeo Tessitori e Alessandro Pajola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *