Omicidio Fabbri,oggi la seconda parte dell’incidente probatorio

E’ proseguito anche questa mattina a Faenza l’incidente probatorio nella casa di Ilenia Fabbri, la quarantaseienne uccisa con una coltellata alla gola sabato scorso. Durante l’accertamento tecnico eseguito ieri sulla scena del crimine anche con l’uso di Luminol, sono state isolate tracce biologiche che potrebbero appartenere all’assassino e in questo caso potrebbe essere più semplice risalire al killer,tramite il suo DNA. C’è infatti la possibilità che Fabbri possa aver reagito all’aggressione ferendo il suo assassino.

Attualmente l’unico indagato nella vicenda è l’ex marito della donna, il cinquantatreenne Claudio Nanni che è accusato a piede libero di omicidio aggravato da premeditazione, motivi abbietti e dalla relazione matrimoniale in concorso con persona ignota, ovvero l’omicida nell’ipotesi d’accusa.

Nanni, che ha negato ogni addebito si era separato in maniera burrascosa dalla moglie che lo aveva denunciato per maltrattamenti, ipotesi poi archiviata. Fra i due era inoltre aperto un contenzioso patrimoniale e per 100.000 che lei gli aveva chiesto per presunti compensi non corrisposti quando lavorava nell’autofficina di lui. La nuova udienza su questo punto si sarebbe tenuta a fine febbraio. Ogni ipotesi andrà comunque confermata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *