Omicidio Gualzetti, chiesto il giudizio immediato

La Procura per i minori di Bologna ha concluso le indagini e ha chiesto il giudizio immediato per il sedicenne accusato di aver ucciso Chiara Gualzetti, la ragazza di 15 anni picchiata e accoltellata ai piedi dell’abbazia di Monteveglio, poco lontano da casa sua lo scorso 27 giugno.

Viene contestato al ragazzo, reo confesso, l’omicidio aggravato dalla premeditazione, dai futili motivi e dalla minore età della vittima.

Durante le indagini era stata disposta dalla procura una consulenza psichiatrica che afferma che l’indagato, che aveva detto di aver sentito “voci” e “demoni”, era invece capace di intendere e di volere al momento del delitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *