Omicidio Matei, la Cassazione conferma la condanna per l’ex

La Cassazione ha confermato la condanna a trent’anni di reclusione per Michele Castaldo, imputato per aver ucciso, strozzandola, la ex Olga Matei, commessa di origine moldava con cui aveva avuto una relazione di circa un mese. L’omicidio avvenne a Riccione il 5 ottobre 2016.

In precedenza il primo processo di appello aveva quasi dimezzato la condanna di primo grado portandola a 16 anni fra le polemiche. In particolare aveva fatto discutere il riferimento alla “soverchiante tempesta emotiva e passionale” determinata dalla gelosia, che contribuì, secondo i giudici, a mitigare la responsabilità del femminicidio. La sentenza venne poi annullata con rinvio dalla suprema corte e il secondo processo di appello ribadì la condanna a trent’anni poi confermata ieri.

La sentenza diventa così definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *