Piacenza: sei sculture rubate, restituite alla città

Sei sculture del ‘700 rubate nel 1996 sono state restituite alla Chiesa di San Lazzaro e San Vincenzo dè Paoli di Piacenza. Il gruppo scultoreo originale è stato realizzato nel 1753 in marmo bianco di Carrara da Don Giovanni Antonio Cybei e comprendeva le statue allegoriche della Fortezza, della Prudenza, della Fede e della Carità, nonché due putti con faci accese, lo stemma e il ritratto del defunto.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Piacenza e gli approfondimenti investigativi dei Carabinieri del Nucleo TPC di Bologna, hanno confermato che le sculture che stavano per essere definitivamente commercializzate fuori dai confini nazionali, erano proprio quelle trafugate a Piacenza oltre 20 anni fa.

Gli accertamenti condotti hanno permesso di chiarire che i beni recuperati erano stati già oggetto di compravendita nel 2018 da parte di vari antiquari, tra il Piemonte e la Lombardia, ritenuti in buona fede e che erano stati originariamente venduti dai familiari di un commerciante operante nello stesso settore che aveva cessato l’attività nel 1996. La competente Autorità Giudiziaria, a conclusione delle indagini, ha così potuto disporre il dissequestro delle preziose sculture che, nuovamente collocate nel luogo originario, potranno essere restituite alla collettività.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *