Porto di Ravenna: bloccati 20mila toner

Più di 20mila toner per stampanti sono stati bloccati al Porto di Ravenna per irregolarità nell’etichettatura. La Guardia di Finanza di Ravenna durante i controlli delle merci in arrivo allo scalo portuale romagnolo, hanno sottoposto a fermo amministrativo i toner  in quanto l’etichettatura riportava dati errati del fabbricante/importatore responsabile della sicurezza del prodotto. Inoltre è emerso che l’importatore non aveva provveduto all’iscrizione nell’apposito registro delle società che importano e commercializzano apparecchiature elettriche ed elettroniche.

La merce è stata successivamente regolarizzata dall’importatore sotto vigilanza doganale e soltanto a seguito della verifica della conformità dell’etichettatura ha ricevuto il consenso all’immissione sul mercato. Nel contempo nei confronti dell’importatore italiano, una società della provincia di Forlì-Cesena, è stata comminata una sanzione amministrativa in misura ridotta pari a oltre 43mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *