Rapido 904, Mattarella: “lacerazione incancellabile”

Questa mattina a San Benedetto Val di Sambro nel Bolognese si è tenuta la cerimonia di commemorazione del 37° anniversario dell’attentato al treno Rapido 904, conosciuto anche come la strage di Natale, in cui morirono 16 persone e  altre 267 vennero ferite.

“Le morti, il sangue innocente, il terrore provocati dalla bomba che venne fatta esplodere sul treno rapido 904, sconvolsero il Natale del 1984 e costituiscono tuttora una lacerazione incancellabile nella coscienza civile del nostro Paese. Fu un attentato vile e spietato, un attacco eversivo alla Repubblica e alla convivenza democratica” ha scritto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato in occasione della ricorrenza.

Nel corso della commemorazione è stata deposta una corona di fiori nel cippo dedicato alla strage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.