Rapinò un Rolex a Bologna, preso quarantunenne

I Carabinieri di Bologna hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal tribunale su richiesta della procura nei confronti di un quarantunenne nato a Napoli. L’uomo è accusato di essere l’autore di una rapina particolarmente efferata ai danni di un promotore sportivo sulla quarantina avvenuta in centro a Bologna lo scorso 28 ottobre.

Il promotore si trovava nel parcheggio di un’agenzia di assicurazioni quando venne aggredito da uno sconosciuto con un casco da motociclista che voleva portargli via il Rolex. La vittima reagì all’aggressione difendendosi con forza, ma fu costretta a desistere quando un altro malvivente che era nelle vicinanze incitò il complice a sparargli.

Preso l’orologio, i due si allontanarono sopra ad uno scooter che avevano parcheggiato poco lontano. Grazie alla ricostruzione dei fatti e al supporto dei RIS di Parma che hanno analizzato le macchie di sangue che il rapinatore aveva perso sulla camicia della vittima nella colluttazione il quarantunenne è stato identificato ed arrestato e risponde di rapina aggravata in concorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *