Reggio: individuato dopo rapina in banca

È stato identificato grazie alle immagini di videosorveglianza e alla testimonianza della cassiera che aveva notato vistosi anelli che indossava alle dita e un particolare auricolare bluetooth, il presunto autore della rapina avvenuta ieri mattina in una filiale Credem a Reggio Emilia. Si tratta di un 61enne, pregiudicato con precedenti specifici e ospite di una struttura comunale in città, seguito dai servizi sociali.

Gli oggetti che hanno portato al suo riconoscimento sono stati ritrovati nella perquisizione della stanza da lui occupata, oltre alla mascherina chirurgica, il cappellino e che indossava al momento della rapina per nascondere parzialmente il volto oltre ad altri indumenti. E’ stata ritrovata anche la busta con il logo della banca con dentro 10.000 euro che l’impiegata gli aveva consegnato. Tutto sequestrato dai militari.

Il colpo è avvenuto intorno alle 9 di ieri mattina quando l’uomo – stando a quanto ricostruito dagli investigatori – è entrato dicendo “non costringetemi a fare quello che non voglio fare”, infilando una mano nel borsello facendo credere di avere un’arma con sé. Il 61enne ha ammesso le sue responsabilità, giustificandosi col fatto che non avesse i 20 euro necessari per fare la richiesta di reddito di cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.