Rimini: arrestata banda di magrebini

Armati di coltelli e bottiglie rotte, da giorni commettevano rapine nella zona di Rimini sud e Marina Centro. Sono stati i tatuaggi sul volto, cicatrici e altri segni di riconoscimento a permettere alla Polizia di sgominare una banda di quattro magrebini responsabili di plurimi episodi di rapine, diventata ormai l’incubo di molti cittadini e turisti.

Le Volanti della Questura di Rimini hanno chiuso il cerchio in poche ore, arrestando tre marocchini di 31, 29 e 21 anni, tutti irregolari sul territorio. Il gruppo, secondo le indagini, è accusato di rapina pluriaggravata in concorso e ricettazione, commesse in danno di più persone.  Un primo intervento in Viale Principe di Piemonte, su richiesta di un turista francese derubato del portafogli, dopo un’ora, un’altra rapina a due turisti tedeschi infine il gruppetto era stato visto aggirarsi in spiaggia tra gli ombrelloni e le borse lasciate incustodite dai bagnanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *