Rimini, ventisettenne macedone arrestato per violenza sessuale

La Squadra Mobile di Rimini ha arrestato su ordine del tribunale un cittadino macedone di 27 anni. Il giovane si trova agli arresti domiciliari. Secondo le indagini lo scorso maggio avrebbe abusato di una ragazza straniera conosciuta sulla spiaggia di San Giuliano Mare.

I due, dopo essersi scambiati i contatti social, si erano incontrati qualche sera dopo e il ventisettenne dopo aver tentato diversi approcci sessuali aveva seguito la donna nella stanza di un residence, dove l’aveva violentata.

Per il Gip si è trattato di “violenza in itinere” Ovvero, nonostante un apparente consenso iniziale della donna, ad un certo punto della serata da parte sua era arrivato un no esplicito davanti al quale il giovane si sarebbe dovuto fermare. La ragazza era dovuta ricorrere alle cure dei medici del Pronto soccorso da dove era stata dimessa con una prognosi di 15 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *