San Valentino: in Emilia Romagna tante occasioni per festeggiare l’amore nell’anno del Covid

Domenica è San Valentino. Quest’anno, anche se in un clima particolare, in Emilia Romagna ci sono tante opportunità, a pochi km da casa, per celebrare la giornata più romantica dell’anno, rimanendo dentro i confini regionali e rispettando le regole di sicurezza. 

In aiuto dei ritardatari, ecco alcune proposte, da organizzare anche last minute. Tutti gli eventi richiedono la prenotazione obbligatoria, mascherina protettiva, misurazione della temperatura, distanziamenti. 

In un castello

Come un principe e una principessa in un maniero. Una quindicina di castelli nella zona di Piacenza, Parma e Guastalla propongono iniziative romantiche nelle tre giornate del week end 12-14 febbraio. Si va dalle visite guidate, a pranzi firmati da uno chef, dalle escursioni nei boschi circostanti, a spa e idromassaggi in un terrazzo privato. Ciliegina sulla torta, c’è anche la possibilità di pernottare in alcune di questi luoghi altamente suggestivi e romantici. Costo: da 10 euro, info su https://www.castellidelducato.it/castellidelducato/notizia.asp?el=mi-incanta-e-mi-innamora-san-valentino-2021-nei-castelli-del-ducato&page=1

 

In una città d’arte 

Un romantico tuffo nel Rinascimento italiano. A Ferrara domenica 14 sono in programma due visite guidate (ore 10.30 e ore 15.00) dal titolo “Raccontare Ferrara – love Edition“. I partecipanti scopriranno le storie e gli amori di corte vissuti al Castello sotto la dinastia degli Este. Costo: 10 euro a persona, oppure 15 euro a coppia (anche di amici). I tour continueranno poi ogni sabato. Prenotazioni sul sito www.visitferrara.eu/it/eventi/raccontare-ferrara-love-edition. 

Anche nel centro storico di Bologna, sabato 13 febbraio, si possono fare tour guidati a tema: “Le donne di Bologna” (ore 9.30) e “Bologna innamorata” (ore 15.30 e 16.30). Info e prenotazioni su https://prenotazioni.succedesoloabologna.it/#/home/events.

Altre città d’arte lungo la Via Emilia da vedere, magari proprio a San Valentino, sono Ravenna, con il tour e la tappa alla tomba di Dante (di cui quest’anno tutto il mondo celebra i 700 anni della morte, info su www.ravennaexperience.it/it/arte) e Parma, ora Capitale Italiana della Cultura (https://parmavisiteguidate.it/parma2020/). Rimanendo in tema dantesco, da non perdere la Valmarecchia, nell’entroterra riminese, con i suoi affascinanti borghi e castelli, da Verucchio a San Leo e Pennabilli, in cui rivivere il mito di Paolo e Francesca da Rimini (che gli storici collocano a Castelsismondo di Rimini), magari rileggendo in coppia, Divina Commedia alla mano, la bella storia d’amore narrata nel V Canto dell’Inferno e degustando gli ottimi vini locali (https://www.travelemiliaromagna.it/itinerario-valmarecchia/). 

Una giornata alle Terme

In Emilia-Romagna alcuni centri e alberghi termali saranno aperti al pubblico per San Valentino, per trattamenti estetici e cure termali. Le terme in questi mesi sono sempre rimaste aperte per il loro ruolo di presidi terapeutici e per le cure dolci e naturali a base di acqua termale. La prenotazione è sempre obbligatoria. Si possono fare bagni nella piscina termale e altri trattamenti. E’ possibile fermarsi per alcuni giorni (o anche solo una giornata) negli alberghi di benessere termale. Ci sono centri in tutta l’Emilia Romagna. Per saperne di più: Numero Verde 800.888850.

In un borgo romantico

Per una passeggiata romantica serve un paesaggio da ricordare. Allora niente di meglio che un borgo pieno di poesia, dove fermarsi in una trattoria per pranzo. Lungo la Via Emilia sono tanti i borghi dell’Emilia-Romagna che figurano nelle liste dei più belli d’Italia o delle Bandiere Arancioni. Fra i più famosi ci sono per esempio Bobbio (Pc), Busseto e Torrechiara (Pr), Gualtieri e Guastalla (Re), Dozza Imolese (Bo), Comacchio (Fe), Brisighella e Cervia (Ra), Bagno di Romagna e Bertinoro (Fc), Santarcangelo di Romagna e San Leo (Rn). 

Voglia di neve?

In attesa della riapertura degli impianti, ci si può ugualmente muovere sulla neve allacciandosi un paio di ciaspole sotto ai piedi. Ci sono tanti appuntamenti con una guida sull’Appennino dell’Emilia-Romagna, da Parma alla Romagna, dove diversi alberghi sono aperti. Eccone alcuni. A Parma il 13 febbraio (ore 9.30), c’è la ciaspolata (con pranzo in rifugio) che parte da Lagdei, a Corniglio, e va al Lago Santo completamente ghiacciato nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano. Domenica 14 febbraio due gli appuntamenti dedicati alle famiglie fra meraviglie del bosco, forme del ghiaccio e tracce degli animali. Il primo, organizzato dal Cai Parma https://www.caiparma.it parte alle 8.30 con mezzi propri da Felino, prevede il pranzo al sacco. Il secondo prende il via alle 14.30 da Lagdei, Bosco di Corniglio (www.parcoappennino.it). Sempre sabato 13 febbraio alle 17.30 si va da Pievepelago (Mo) a vedere le stelle sulle rive del Lago Cavo. Un’altra camminata parte sabato 13 mattina (ore 9.30) da Fiumalbo (Mo) ai Piani del Cristo dell’Alpe. Domenica 14 (ore 14.30) si parte da Pievepelago (Mo) per andare al Vulcano al tramonto, un particolare rilievo appenninico (www.straydogsschool.com). 

Domenica 14 febbraio, a Sestola (Mo) c’è una facile ciaspolata al Lago della Ninfa. Info http://www.laviadeimonti.com. A Corno alle Scale ci sono ciaspolate guidate durante tutto il week end. Il 12 e il 13 febbraio parte la ciaspolata notturna sotto le stelle (15.30 – 19.30) che arriva al Lago Scaffaiolo. 

Il 14 febbraio ecco altre due escursioni sulla neve, alle 9.30 e alle 14.30 (https://www.cornoallescale.net/bianco/ciaspole).

Spostandosi in Romagna, nel Parco Nazionale delle  Foreste Casentinesi e Monte Falterona il 14 febbraio parte il trekking alla scoperta di due antiche parrocchie fantasma di Bagno di Romagna: Rio Salso e Rio Petroso.  https://www.itrekkabbestia.it.

Ufficio Stampa Apt Servizi Emilia Romagna tel.  0541/430190  www.aptservizi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *