Scuola: 616mila studenti di nuovo in classe

Sono 616mila gli studenti emiliano romagnoli che stamattina sono tornati sui banchi di scuola. 115 mila a Bologna dove il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi e il governatore regionale Stefano Bonaccini hanno salutato gli alunni delle scuole Carducci. “Ricominciamo con grande gioia. Oggi è il giorno dell’accoglienza. Accogliamo tutti, questa è la cosa migliore. Ragazzi si comincia, cominciamo, dai” ha esortato il ministro. In Emilia-Romagna il nuovo anno scolastico si apre con due inaugurazioni: 18 aule per le superiori Paradisi e Levi di Vignola (Mo) e una palestra più ampia e moderna per le scuole medie di Medicina (Bo). Ma questo è anche l’anno del ritorno in aula in presenza al 100% con regole severe per garantire lezioni in sicurezza: dalle mascherine al distanziamento e con il green pass obbligatorio per tutti, dai docenti al personale scolastico ai genitori. E per gli insegnanti senza certificato verde, scatta la sospensione senza stipendio. Resta la possibilità per tutto il personale di fare la vaccinazione in giornata senza prenotazione, grazie alla presenza di punti vaccinali che funzionano sulla base della presentazione diretta.

La regione parteciperà inoltre, con l’utilizzo di 13mila tamponi molecolari salivari al mese forniti dalla Struttura commissariale (il cui arrivo è atteso nei prossimi giorni), alla campagna nazionale di monitoraggio epidemiologico, su base volontaria, nelle cosiddette “scuole sentinella” con l’obiettivo di ridurre il rischio di circolazione virale sia nelle scuole che nella comunità.  L’ipotesi, sulla base dell’arrivo del materiale, è quella di partire nella settimana tra il 2 0 e il 25 settembre.

Per quanto riguarda il fronte trasporti: 407 mezzi aggiuntivi, 57 solo a Bologna, per garantire la capienza massima dell’80% . A bologna, dalle prime ore del mattino, è partito anche il monitoraggio con personale su strada, per i controlli del servizio e l’assistenza all’utenza fornito da Tper con la collaborazione di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza. Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, per il primo giorno di scuola, sono stati circa 30mila i passeggeri sui treni regionali con un incremento di oltre il 30% rispetto alla scorsa settimana, numeri che si avvicinano a quelli del 2019. Rinforzate le tratte più richieste con 23 autobus aggiuntivi in supporto ai treni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *