Smog: a Bologna l’aria è irrespirabile

I limiti delle polveri PM10, rilevati dalle stazioni di monitoraggio di ARPAE, continuano a essere sopra i limiti in molte zone della regione compresa quella di Bologna. Le misure emergenziali, già scattate sabato 20 febbraio, proseguiranno dunque fino a venerdì 26 febbraio

Come previsto dagli accordi regionali, fino a venerdì 26 febbraio compreso a Bologna, Imola e nei comuni dell’agglomerato, rimangono in vigore le seguenti misure emergenziali per abbassare i livelli di inquinamento che si aggiungono alle limitazioni alla circolazione già previste dal lunedì al venerdì:

– divieto di circolazione per i diesel euro 4,

– divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva minore di 3 stelle,

– abbassamento del riscaldamento fino a un max di 19° nelle case e 17° in attività produttive e artigianali,

– divieto di combustione all’aperto,

– divieto di sosta con motori accesi,

– divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.