Tessa di soggiorno non versata, 58 denunciati a Rimini

Avrebbero trattenuto senza versarli al Comune, come previsto per legge, circa 240.000 euro di tassa di soggiorno fra il 2015 e il 2019. Per questo la Guardia di Finanza di Rimini ha denunciato 58 persone per peculato. Si tratta dei gestori di 8 alberghi del litorale. I militari, come disposto dal tribunale su richiesta della procura hanno anche sequestrato 110.000 euro.

Dalle indagini è emerso che gli albergatori avrebbero avuto in più occasioni la liquidità necessaria per provvedere al versamento, cosa che non hanno fatto nonostante le numerose sollecitazioni inviate loro dall’ufficio tributi di Rimini.

Nell’ambito delle indagini dell’operazione, chiamata Iside, sono state controllati in tutto 60 gestori. 21 di loro sono stati sanzionati per violazioni sull’Iva e sulle imposte dirette. 19 sono invece risultati inadempienti del tutto degli obblighi fiscali. Per diversi anni non hanno presentato le dichiarazioni dei redditi e dell’Iva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.