Ucciso in area dismessa a Bologna, fermato 19enne a Ventimiglia

E’ stato bloccato nel tardo pomeriggio di ieri alla stazione di Ventimiglia dai carabinieri di Bologna con la collaborazione con la polizia ferroviaria, un 19enne di origine tunisina nei confronti del quale, la Procura di Bologna ha emesso un fermo per omicidio aggravato.

Secondo le indagini, sarebbe stato lui ad aggredire a morte il giovane trovato senza vita in un edificio dismesso in periferia a Bologna. L’ucciso, nel frattempo, è stato identificato: si tratta di un 20enne di origine marocchina, anche lui, come il 19enne, noto alle forze dell’ordine e con precedenti alle spalle.

Al momento l’arma del delitto non sarebbe ancora stata trovata. In base a quanto accertato dai carabinieri, il 19enne, che sarebbe partito poche ore dopo il delitto, era salito su un treno diretto verso la Francia per fare poi perdere le sue tracce.

Sono ancora in corso accertamenti per chiarire il movente del delitto che non si esclude possa essere maturato in un contesto di spaccio di droga e l’eventuale presenza di complici.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.